Shiatsu

 

Shiatsu e una parola giapponese che significa 'pressione con le dita.   E un nome nuovo per la più antica forma di medicina: guarire con le mani. Tutti abbiamo la capacità di guarire con il contatto delle mani e tutti rispondiamo a questo contatto. E’, questa, una dote naturale che oggi si sta incominciando a riscoprire.

Lo shiatsu utilizza la pressione delle mani e le tecniche di manipolazione per 'regolare' la struttura fisica del corpo e le sue energie interne naturali, per aiutare a prevenire le malattie e per conservare una buona salute.

Lo shiatsu é caratterizzato da un'estrema semplicità. Esso si é sviluppato dalle antiche tecniche di trattamento, che in Giappone sono chiamate Anma (e in Cina An Mo o Tut Na) e che sfregando, accarezzando, strizzando, picchiettando, spingendo e tirando si propongono di influire sul sistema muscolare e circolatorio del corpo. Lo shiatsu, al contrario del trattamento, utilizza un numero limitato di tecniche e ad un osservatore esterno po-trebbe sembrare addirittura inefficace: una seduta, infatti, consiste soltanto in una pressione statica e rilassata su alcuni punti del corpo esercitata con il palmo o con il pollice della mano, in una spinta dolce con il gomito o in una semplice rotazione di un arto. Può quasi essere considerata un'attività pigra e, nella misura in cui non disperde le energie di chi la pratica, può in effetti essere ritenuta tale. Ma tramite questi semplici movimenti e queste leggere manipolazioni molte sono le cose che si verificano all'interno del corpo a livello di energia.

Ginnastica shiatsu

Il grande maestro Masunaga ha codificato vari esercizi, come farsi da soli lo Shiatsu.
Attraverso questi esercizi si può lavorare su tutto il corpo e quindi ripristinare una buona circolazione dell’energia “ki”.
Gli esercizi Zen vengono sempre eseguiti seguendo la respirazione e a questa viene data un’importanza notevole. La respira-zione rappresenta uno dei cardini di questo metodo assieme all’applicazione Yin e Yang della filosofia cinese.

Facebook